Cocinas de estilo  por Abita design srl / Paolo Vindigni

Come Progettare una Cucina Perfetta

Silvia Piro Silvia Piro

Solicitá cotización

Número incorrecto. Por favor, verifica el código de área, prefijo y número de teléfono.
Al hacer click en 'Enviar' confirmás que he leído los Política de protección de datos y aceptado que mi información anterior sera procesada para responder a mi solicitud.
Nota: Podrás cancelar tu consentimiento enviándonos un email a privacy@homify.com con efecto a futuro
Loading admin actions …

La cucina è senza ombra di dubbio l’ambiente più importante della casa. Pensata come luogo adibito alla preparazione del cibo, oggi, grazia al fatto che sempre più spesso viene inglobata al soggiorno in un unico open space, è diventata anche il luogo più vissuto. Oltre a preparare le pietanze, infatti, in cucina ci si riunisce con tutta la famiglia per mangiare, chiacchierare, guardare la tv. In cucina si accolgono gli ospiti, si organizzano cene in compagnia, si prendono lunghi caffè con gli amici. Se solo si pensa che più della metà del proprio tempo si trascorre in cucina, bisogna far sì che sia comoda e accogliente, oltre che funzionale e pratica. È sicuramente uno degli ambienti che richiede maggior attenzione e studio in fase di progettazione.

Nulla va lasciato al caso, bisogna pensare a come sfruttare e organizzare al meglio lo spazio, allo stile da ricreare, alla tipologia di cucina, a quali materiali scegliere, a quali colori utilizzare e a come abbinarli, all'illuminazione, agli elettrodomestici ecc… Potrebbe sembrare un’impresa impossibile ma se si pianificano con cura i passi da seguire sarà più facile di quanto possa sembrare.

La prima cosa da fare è chiarirsi le idee, seguire il proprio gusto personale e allo stesso tempo tenere in considerazione l’ambiente di cui si dispone. Uno spazio grande permette più possibilità di manovra mentre la progettazione di una cucina piccola, ad esempio, potrebbe presentare degli ostacoli e limitare i vostri desideri. 

Ma vediamo insieme tutte le fasi per progettare la propria cucina senza troppo stress! 

Chiarirsi le idee e valutare gli spazi

Per prima cosa, come abbiamo detto, bisogna valutare lo spazio che si ha a disposizione e l’uso che si farà della cucina. Si desidera che la cucina sia un mero spazio di lavoro? O che sia un luogo di ritrovo? Si dispone di uno spazio quadrato o rettangolare? Si vuole creare un open space o si preferisce una cucina separata? Si dispone di una grande metratura o di un piccolo ambiente? A seconda delle proprie necessità e possibilità bisognerà dirigersi verso precise soluzioni e scartarne altre.

Ad esempio, una cucina lineare che occupa una sola parete è più adatta in un ambiente rettangolare dove lo spazio si sviluppa in lunghezza, una cucina a forma di U è perfetta per i piccoli ambienti perché permette di massimizzare gli spazi, una cucina con isola è adatta ai grandi ambienti e permette di cucinare in tutta comodità. 

Disegnare la piantina

Dopo aver valutato le possibilità e le necessità si entra nel cuore della progettazione vera e propria. A questo punto già si dovrebbe sapere come si vuole sfruttare lo spazio e, di conseguenza, che forma deve avere la cucina. Con queste due idee ben chiare in mente si può disegnare la piantina della stanza per vedere se la forma che si ha in mente risulta adatta. Ma come si disegna la piantina?

Per prima cosa bisogna prendere con precisione le misure della stanza, poi bisogna riprodurla in scala su un foglio facendo attenzione a riportare la posizione di porte, finestre, colonne o nicchie, oltre agli attacchi di acqua e gas e delle prese elettriche.  

Cucina componibile o personalizzata?

Una volta stabilita la forma e la posizione in cui andrà sistemata la nuova cucina bisogna decidere il modello, lo stile, i colori, le finiture ecc…  Insomma siamo solo all'inizio, ma niente paura questa è la parte più bella! Per prima cosa dovete decidere se preferite una cucina personalizzata o componibile. Tra le cucine personalizzate ci sono quelle costruite su misura da un falegname di fiducia oppure quelle in muratura. Se scegliete una cucina in muratura considerate che questa tipologia presenta diversi pro e contro da non sottovalutare. Si tratta, infatti, di una cucina fissa che una volta costruita non potrà essere modificata. D’altra parte, però, è totalmente personalizzabile e permette di sfruttare spazi che con altre soluzioni non sarebbe possibile sfruttare.

Una piccola cucina in muratura potrebbe essere perfetta per ambienti poco spaziosi o dalla forma non convenzionale.

Le cucine componibili, invece, hanno delle misure perlopiù standard ma hanno prezzi competitivi e sono pronte in minor tempo. Inoltre, pur essendo industriali, presentano un’infinità di modelli, colori e finiture tra cui scegliere.  

Lo stile: moderno, classico, nordico o industrial?

Lo stile della cucina va scelto in base ai gusti personali ma noi consigliamo di tenere in conto anche lo stile del resto della casa per non creare contrasti troppo forti.

Lo stile moderno è perfetto per chi ama la semplicità e la praticità: forme lineari, colori sobri, finiture lisce. Lo stile classico crea un ambiente più familiare e accogliente: prevalenza di elementi in legno dal tono caldo, elementi d’arredo eleganti e importanti.

Lo stile nordico rappresenta il giusto compromesso tra quello moderno e quello classico: prevalgono le forme pulite e lineari e i colori sobri ma il legno, soprattutto in versione naturale, è il vero protagonista. Infine lo stile industrial è perfetto per una casa giovane e di carattere: elementi in acciaio, finiture grezze e prevalenza di colori quali grigio, bianco e nero. 

I materiali: legno, laccato o laminato?

Cocinas de estilo  por Zappalorto
Zappalorto

Giulietta di oggi finitura Pietra

Zappalorto

I mobili che compongono la cucina possono essere costruiti con diversi materiali. Tra i più diffusi troviamo il legno, il laminato o il laccato.

Il legno, come abbiamo detto, è perfetto per una cucina in stile classico. È un materiale elegante e senza tempo ma ha bisogno di più attenzioni in quanto è sensibile all'umidità e come sapete la cucina è un ambiente umido e va pulito utilizzando prodotti specifici.

Il laminato è un materiale resistente, igienico e impermeabile. Può essere scelto in differenti finiture e tonalità e si adatta a tutti gli stili. L’unica pecca è che ha una resistenza bassa al calore, quindi bisogna fare attenzione alle pentole bollenti!

Infine il laccato è un materiale composto da un pannello di legno verniciato con vernici poliesteri e poliuretaniche. Anche questo materiale è disponibile in tantissimi colori ed è perfetto per cucine dallo stile moderno. 

La palette di colori

Cocinas de estilo  por Matteo Beraldi Design Office
Matteo Beraldi Design Office

Alicante – ​Fashion & Design

Matteo Beraldi Design Office

Ci siamo quasi, la cucina dei vostri sogni è ormai completa… mancano solo dei piccoli ma importantissimi dettagli come la scelta dei colori. Scegliere il colore giusto per la propria cucina non è semplice perché il colore di una cucina può modificare l'aspetto dell'intero ambiente e va deciso con cura.

In uno spazio piccolo è consigliabile optare per nuance chiare come il bianco e il beige, in uno spazio grande si possono mixare varie tonalità oppure inserire colori vivaci.

Un'opzione vincente è sicuramente quella di giocare con le tonalità di uno stesso colore, ad esempio scegliendo i mobili inferiori di un tono più scuro rispetto ai pensili. Proprio come potete vedere in foto.

Non sottovalutare l'illuminazione…

Un altro elemento da non sottovalutare in cucina è l'illuminazione. I lampadari e i faretti sono gli elementi più utilizzati in questa stanza ma in commercio si trovano tante soluzioni originali e funzionali al tempo stesso che oltre ad illuminare diventano un bellissimo elemento decorativo. Sceglieteli in base ai vostri gusti ma ricordate che la cucina, soprattutto nella zona sopra i fornelli, deve essere ben illuminata per permettervi di lavorare comodamente.

… e la scelta della cappa

Anche la scelta della cappa è fondamentale per mantenere l'ambiente salubre ed eliminare i fumi e i vapori che si sviluppano durante la preparazione delle pietanze. Se avete la possibilità di inserire un tubo che va all'esterno è consigliabile la cappa aspirante che aspira l'aria e la elimina definitivamente. Se invece non è possibile inserire il tubo potete optare per la cappa filtrante che aspira l'aria, la purifica mediante dei filtri e la reimmette nell'ambiente.

Casas de estilo  por Casas inHAUS

¿Necesitás ayuda con tu proyecto? ¡Contactanos!

¡Encontrá la inspiración para tu hogar!